Incontriamo Mons. Andrea Ghetti, a.k.a. “Baden”, uno spirito goliardico

Incontriamo Mons. Andrea Ghetti, a.k.a. “Baden”, uno spirito goliardico

Per celebrare il 5 Agosto 1980, giorno della sua nascita al cielo, vi offriamo un “riassunto”, redatto da Claudio Gibelli (attuale Presidente di “Ente Baden“, di un evento svoltosi online lo scorso 26 Maggio durante il quale abbiamo tutti incontrato, in un certo qual modo, lo spirito goliardico di Mons. Andrea Ghetti, con un occhio agli anni trascorsi nella FUCI, in particolare nel Gruppo Fuci di Milano

Per seguire l’incontro in versione integrale, eccovi il link per collegarvi a WebRadioScout. Buon ascolto e Buona Strada a tutti!

Dopo l’ introduzione di Tindara Scirocco (Presidente di FUCI Milano Statale) e di Ettore Kluzer (Ente Baden) che hanno rispettivamente illustrato le finalità delle due associazioni, hanno preso la parola i relatori.

Riportiamo qui di seguito qualche stralcio dei loro interventi.

Stefania Cecchetti, giornalista presso “Il Segno” ed autrice del libro: “Il fuoco nel cuore, le ali ai piedi. Storia di don Andrea Ghetti Baden” :“…sono la sola tra i relatori a non aver conosciuto don Ghetti direttamente, ma attraverso la testimonianza del pronipote, don Lorenzo Negri, mio parroco, che ne ha descritto aspetti legati alla famiglia… figura fondamentale per lo scautismo milanese e nazionale, direttore del mensile diocesano Il Segno per 20 anni… il cui progetto gli venne affidato da Mons. G.B. Montini nel 1960. La conoscenza (indiretta) di questa personalità affascinante mi ha spinto a scriverne una biografia, non in ordine cronologico ma per argomenti. Baden comincia a frequentare la FUCI nel 1930, da matricola di medicina, ambiente che trova subito ideale perché straordinario laboratorio di pensiero ma anche goliardico, nel quale il suo carattere istrionico e irriverente trovava posto. Questo doppio binario di profondità e goliardia sarà una costante sia da studente che come assistente ecclesiastico FUCI, a partire dal 1940. Alcuni suoi scherzi diverranno famosi… Il periodo fucino è stato per Baden serbatoio di grandi amicizie, che rimarranno tali nel corso della vita … don Carlo Gnocchi, Giulio Andreotti, i fratelli Kauciswili, Carlo Bianchi, Mons. G.B. Montini, l’ amico “per eccellenza”. Questa amicizia, calda e personale, continuerà anche dopo che Mons. Montini diventerà Papa Paolo VI. “

Carla Bianchi Iacono, ricercatrice storica e componente dell’Ente Baden: “…vi narrerò un Baden che ci racconta che cosa è stato il fascismo e poi un Baden che ha fatto la scelta di resistere al fascismo, un Baden durante i mesi dell’Oscar e un Baden che si reca alla fine della guerra nel campo di concentramento nazista di Dachau per riportare a casa i sacerdoti sopravvissuti ”

“ Qualcuno si chiederà il perché è stato così importante [per la nostra famiglia]: ve lo spiego con le sue parole pronunciate durante il convegno tenutosi al cinema Fiamma (ora teatro Arca) della parrocchia di Santa Maria del Suffragio [a Milano] nel ventesimo anniversario della Liberazione:

“…Potete comprendere cosa passi nel mio cuore avendo qui presenti i fratelli Bianchi, figli di Carlo Bianchi, il mio compagno più caro nell’ora più fresca della nostra vita. Quando a Varese mi portarono la notizia: “Bianchi è stato arrestato” sentii che un po’ di me stesso finiva. Tengo e rileggo ogni tanto le sue lettere dal carcere: sono un testamento di grandezza ”

Carlo Valentini, capo scout, custode “storico” delle basi scout in val Codera: “ [Baden] odiava la mediocrità e detestava la superficialità. Aveva uno “stile” di vita ispirato allo scautismo: essenzialità, concretezza, capacità di meraviglia, spirito di avventura (‘ad ventura’ me lo ha insegnato lui) e soprattutto di servizio, prontezza, coraggio da vendere; aveva una cultura solida e vasta, sia per le vicende universitarie (medicina, filosofia, psicologia) che per le competenze accumulate per gli incarichi svolti: insegnamento, giornalismo, attività di animazione pastorale ed educativa; aveva una fede granitica, inutile dirlo; Dio era per lui nel Creato (che amava soprattutto in montagna) e nelle persone per le quali si spendeva senza riserve ”

Letizia Bigatti (Fucina, capo scout e promotrice di questo incontro): “…al termine di queste testimonianze, qual’ è secondo voi l’ insegnamento più grande che Baden lascia a un giovane oggi?

A questa domanda sono seguite alcune risposte, soprattutto da chi ha conosciuto Baden di persona.

Eccone alcune:

… né mediocrità né superficialità… onestà intellettuale.

… esortare i giovani a trovare il loro posto nella vita.

… grande rispetto delle idee e scelte altrui.

… non lasciare mai niente a metà.

… la vita è un’ impresa che va affrontata con entusiasmo.

… il coraggio di mostrarsi in volto.

Chiude l’ incontro Claudio Gibelli (attuale Presidente dell’Ente Baden):

“ La vita di Baden è stata segnata dall’incontro con persone importanti, che hanno avuto una grande influenza nel corso della sua vita. Una sua peculiarità era riuscire a colloquiare con tutti, a qualsiasi livelli: capacità di capire chi aveva davanti, le sue necessità, spirituali o meno. Ascoltare tutti e ricordarsi di tutti. Tre citazioni, ad esempio della sua carismatica personalità: “… la carità era quasi un tormento per lui…sempre…”; “… spirito di Servizio: “il cristiano non ha tempo libero, perché quello che ha lo mette a servizio degli altri”: ricordo a questo proposito gli episodi legati a fratel Ettore Boschin, l’ appoggio incondizionato che Baden gli dava, sia quando ne sosteneva l’ attività in curia sia quando si occupava della  pulizia dei gabinetti del dormitorio di viale Ortles, con umiltà: “… si capiva che non si trattava di un’ azione sporadica, Baden mostrava un‘ abitudine ad occuparsi di questo servizio”; “… rispetto della persona, versione ottimistica dell’uomo: “dobbiamo credere nell’uomo capace di fare del bene, nella libertà”

Termina Letizia Bigatti, ringraziando tutti e segnalando l’emozione e il trasporto che ha caratterizzato i vari interventi.


Alcuni ulteriori collegamenti utili per conoscere meglio “Baden”:

Baden, immagini e storia: http://www.monsghetti-baden.it/baden/index_baden/index_baden.htm

E’ semplice la strada che porta al Signore: http://www.30giorni.it/articoli_id_19460_l1.htm

Parroci al Suffragio: http://www.suffragio.it/storec/ghetti.htm


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.